AUTODICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA CERTIFICAZIONE VERDE (GREEN PASS)

Trattasi di un’Autodichiarazione Ex Artt. 46, 47, 48 Dpr 445/2000 sostitutiva della Certificazione Verde (Green Pass) valida ad ogni Effetto di Legge.

Il presente fa seguito al seguente articolo:

Nell’articolo Il Green Pass non è obbligatorio ma una sfida di civiltà e libertà terminavo osservando che

la questione non è più “dove loro vogliono arrivare”, ormai questo dovrebbe essere più che palese anche ai meno attenti, ma “dove NOI siamo disposti ad arrivare?“.

Ebbene qui di seguito potete leggere e scaricare ed USARE l’autocertificazione elaborata dal team legale del COMI.COST.

23 Settembre 2021 – Per tutti coloro che intendono utilizzare l’Autocertificazione Sostitutiva, più comunemente chiamata Free Pass, e intendono inviarla in remoto, si comunica che si può sopperire alle difficoltà sollevate dai comuni, per l’autenticazione della firma, allegando copia del proprio documento di identità, unitamente all’autocertificazione debitamente compilata e firmata.

Comicost

Il free Pass può essere utilizzato all’occorrenza nelle seguenti situazioni:

CASO GENERALE CON AUTODICHIARAZIONE MONO USO

ristoranti – concerti – piscine – musei – mezzi di trasporto dal 1
settembre 2021
CASO GENERALE CON AUTODICHIARAZIONE PERMANENTE

da poter portare sempre con con voi, in formato Tessera
CASO PARTICOLARE DI RAPPORTI DUREVOLI CON ENTI O
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE O DATORI DI LAVORO PUBBLICI O
PRIVATI

Studenti – Stagisti – Lavoratori – Tirocinanti – Insegnanti

vedi specifico approfondimento per Insegnanti e ATA qui

Lo so, purtroppo si tratterà di perdere del tempo a cercare di far presente a qualcuno che pretendere il green pass è ILLEGALE, ma lorsignori giocano proprio su questo, sulla buona fede e l’ignoranza delle persone.

Inoltre immagino che ora vi chiederete se funziona. Ebbene sì, funziona ed anche in modo abbastanza imbarazzante per le forze pubbliche che non possono e devono fare altro che prendere atto di tale autodichiarazione che sostituisce in modo perfettamente legittimo il lasciapassare nazista facendo anche un favore al “controllore” che spesso in totale ignoranza commette un grave reato pretendendo il green pass.

Documento quest’ultimo, ricordiamo, essere rilasciato “su richiesta dell'interessato1 ma che i centri vaccinali producono automaticamente alla seconda dose perché altrimenti nessuno o pochi lo chiederebbero alla stessa stregua di come chiedono e leggono attentamente il consenso informato prima dell’inoculazione del siero genico sperimentale.

Sentiamo una testimonianza dell’uso del free pass e l’illustrazione che ne fa l’Avv. Morrigia:

Il green Pass è una bufala sorpassabile dalla propria determinazione e funziona!
by Playmastermovie

Il tutto, in un modo nell’altro, si poggia sempre sull’ignoranza della massa del gregge, per questo si danno un gran da fare sul controllo sociale dei molti, mantenendoli nell’analfabetismo funzionale, che da vantaggio e potere ai pochi.

Se consideriamo anche che con questo atto illegale e prevaricatore si possono configurare reati anche dal punto di vista economico con implicazioni che vanno ben al di là dae nobile scopo di contenere una pandemia, ascoltiamo queste interessanti osservazioni di Sandro Torella:

Canali di riferimento:
https://t.me/comlibcost Comitato per le libertà costituzionali
https://t.me/Avv_Mauro_Sandri_MODULI Promuoviamo azioni legali individuali e collettive, nazionali ed europee, a tutela dei diritti dei cittadini italiani. Per informazioni: www.santalex.eu
https://t.me/torellasandro Attore 📍anti-covid senza pvrvrvroga (Per chi non lo sapesse è anche Laureato in Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale)

Note:
1 Art.9 comma 3 del Decreto Legge 22 aprile 2021,n.52

E poiché chi deve saperlo lo sa, lo specifica anche l’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri (OMCEO) https://www.omceo.me.it/news/green_pass.pdf

vedi anche:
– https://www.byoblu.com/2021/08/24/free-pass-la-certificazione-dei-propri-diritti-da-presentare-al-posto-del-green-pass-nino-filippo-moriggia/

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Fare informazione è un lavoro a tempo pieno che richiede molte energie e risorse. Insieme possiamo creare un maggiore impatto nella coscienza collettiva, insieme siamo più forti!

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e sui servizi che offriamo. L'informazione libera è un diritto che tutti devono avere.