Bambini e vaccini anti-covid

“Personalmente io una figlia la ho, ma non la vaccinerò”

Prof. Frajese – Endocrinologo

Consigliamo questo video di 15′ segnalatoci da un medico. Studi inesistenti, rischio morte per 1 bambino su 1000 (fatevi voi il conto su 3milioni di bambini vaccinati che significa) ,danni neurologici, infertilità (sterilizzazione di massa, nda).

Se lo scriviamo noi siamo complottisti, negazionisti e chi più ne ha più ne metta.

Se lo dice il Prof Giovanni Vanni Frajese, professore associato, medico endocrinologo in una relazione presso la Sala Stampa Caduti di Nassiriya di Palazzo Madama in Roma, la faccenda dovrebbe avere una qualche risonanza mediatica di tutt’altro rilievo ed invece… dalle istituzioni vige ancora il criminale vuoto cosmico sotto forma di paracetamolo e vigile attesa.

Relazione incentrata sulle pesanti criticità nell’uso dei vaccini ad RNA messaggero e sulle implicazioni della vaccinazione su bambini ed adolescenti.

So che ci sarà il genio di turno che dirà qualcosa a sproposito di questo dottore. Ormai sono cosciente del fatto che esisteranno, ancora per parecchio tempo, persone che risultano refrattarie a qualunque tipo di stimolo di risveglio dall’ipnosi collettiva anche dopo che tutta questa truffa criminale verrà smascherata.

Il Professore è uno di quelli che da onesto ricercatore ha si delle convinzioni ma almeno ha l’onestà intellettuale di non pretendere che siano scolpite nella roccia come i 10 comandamenti altrimenti diventano dogmi e la scienza diventa un religione coi sui scientisti e non scienziati.

Propongo di seguito alcuni stralci di un intervista che il professore ha fatto ad un team di medici inglesi.

Prof. Frajese: innanzitutto potete spiegarci chi siete e perché avete pensato di rivolgervi all’opinione pubblica?

Medici inglesi: Siamo un gruppo di medici che operano in Gran Bretagna e desideriamo informarvi delle nostre gravi preoccupazioni in merito alle proposte per somministrare i vaccini COVID-19 ai bambini e ai ragazzi. Problemi documentati, che vengono ignorati da molti operatori sanitari, dai rappresentanti politici e dagli organi di governo. Quelli che, come noi, tentano di esporre la situazione vengono ignorati, licenziati o censurati.

Prof. Frajese: sono un medico e un professore universitario, ma cosa dite? Non vi rendete conto che in questo momento è fondamentale vaccinare tutti, così da poter tornare a vivere? Come potete da medici insinuare paura nella popolazione? È incredibile.

Medici inglesi: È proprio questo che ci preoccupa. Documenti governativi suggeriscono che l’implementazione del vaccino Covid-19 nei bambini di età superiore ai 12 anni sia già pianificata per settembre 2021.


e ancora:

Prof Frajese: Ma cosa dite? Non sperimenterebbero mai sui bambini vaccini non sicuri!

Medici Inglesi: Ricordate il vaccino contro l’influenza suina, Pandemrix? Lanciato a seguito della pandemia del 2010 (eh si anche allora vi fu una pandemia., nda) , ha provocato in bambini e adolescenti oltre mille casi di una lesione cerebrale devastante (narcolessia), prima di essere ritirato. Poi ci fu in Dengvaxia, un nuovo vaccino contro la Dengue, che fu distribuito anche ai bambini prima dei risultati completi dello studio e ne sono morti una ventina per un possibile aumento della risposta immune dovuta agli anticorpi, prima che il vaccino fosse ritirato. Non dobbiamo rischiare di ripetere errori del genere con i vaccini Covid-19: l’impatto sarebbe devastante, non solo per la popolazione colpita, ma in generale sulla campagna vaccinale.

E sull’immunità di beeee-beeeee-beeeeeeeeee

Prof Frajese: resta però il problema dell’immunità di gregge, che è importante per gli anziani e per le persone fragili.

Medici inglesi: “L’immunità sviluppata naturalmente da bambini e ragazzi darà un’immunità generale più ampia e duratura rispetto a quella acquisita con la vaccinazione.”

Prof Frajese: ci spieghi perché molti bambini saranno già immuni…

continua sulla fonte

Confrontate con quanto si scrive sulla stampa di massa, ascoltatevi e mettete in moto qualche neurone se ancora vi resta un briciolo di dignità.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Fare informazione è un lavoro a tempo pieno che richiede molte energie e risorse. Insieme possiamo creare un maggiore impatto nella coscienza collettiva, insieme siamo più forti!

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e sui servizi che offriamo. L'informazione libera è un diritto che tutti devono avere.