Buona Pasqua 2021

Questa Pasqua è ancora più speciale delle altre perché avviene durante un insensato blocco che ci mette tutti alla prova per...

Come ben sapete è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge 1° aprile 2021, n. 44, nel quale è stato stabilito che:

“al fine di tutelare la salute pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza nell'erogazione delle prestazioni di cura e assistenza, gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario che svolgono la loro attività nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e socio-assistenziali, pubbliche e private, nelle farmacie, parafarmacie e negli studi professionali sono obbligati a sottoporsi a vaccinazione gratuita per la prevenzione dell'infezione da SARS-CoV-2”.

DECRETO-LEGGE 1 aprile 2021, n. 44

Parafrasando Morpheus, quando ho letto il DL fatto, finito e ahimè approvato «A lungo non c’ho voluto credere, poi ho visto [quel del decreto] coi miei occhi. Dinanzi a quello spettacolo, potendo constatare la loro limpida, raccapricciante precisione, mi è balzata agli occhi l’evidenza della verità…» (cit. Matrix)

In occasione dell’imminente uscita dal sepolcro di Nostro Signore è stata prevista un’unità sanitaria per la vaccinazione del Messia. Cartabellotta: “Anche i risorti possono contagiarsi, e non è detto che gli vada sempre bene come oggi”. (@omegazaz)

Una ferita al Diritto Romano. Ad un certo punto mi son detto che potesse essere un colossale pesce d’aprile dato la data della pubblicazione del DL ma purtroppo i governanti antiumani che ci sono adesso non hanno il senso dell’umorismo. Non hanno nemmeno fatto gli auguri di Buona Pasqua alla fine del Documento… sarebbe irrituale?

Ascoltare le parole del Dott. Scantamburlo non ha fatto che rafforzare non le mie convinzioni o bias cognitivi su determinati argomenti, ma piuttosto sul fatto che siamo governati non solo da usurpatori della volontà popolare (per quanto possa essere molto bassa in questo momento la mia considerazione verso la “massa” popolare), Conte era uno sconosciuto e Draghi è un “tecnico” al soldo dei banksters, ma da traditori dell’umana dignità che hanno avuto l’ardire di legiferare contro ogni principio costituzionale, diritto umano universalmente riconosciuto e commettendo con queste 4 parole “sono obbligati a sottoporsi a vaccinazione” un grave reato di estorsione avverso i propri concittadini, abusando della posizione appunto di governo costringendo coattamente, prima che determinate categorie di cittadini, delle persone umane ad assumere un farmaco che non vogliono assumere e tutto questo in barba al Codice di Norimberga che vieta la sperimentazione sugli esseri umani. Ricordiamo che questo “vaccino” (in realtà è una terapia genica) è attualmente somministrato alle persone come farmaco sperimentale, sono le stesse case farmaceutiche produttrici a dichiararlo, è sarà così almeno fino al 2023.

Ma in fondo non dovrei meravigliarmi. Dopo l’obbròbrio dell’obbligo vaccinale agli infanti, pena l’esclusione dagli asili nido, era solo una questione di tempo. Eppure abbiamo cercato, e continueremo a farlo, di avvisarvi (nel silenzio dei mass-media se non per denigrare e strumentalizzare) che tutto questa ossessione vaccinale era ed è solo un cavallo di troia (Torino, 23 marzo 2019 – Manifestazione sui vaccini) per violare i vostri corpi col vostro consenso, che tanto vostro non è in quanto siete fortemente manipolati e plagiati e purtroppo non ve ne rendete conto, e questo porterà alla mercificazione definitiva del corpo umano, con tutte le sue estreme conseguenze attraverso il transumanesimo, è evidente ormai, anche un decerebrato lo capirebbe.

Se oggi ti fai infilare un tampone nel naso senza che ve ne sia una reale giustificazione (leggi qui Tamponi covid-19 una prassi sanitaria non così scontata) e chiaro che poi ti fai infilare un ago solo per placare un’ipocondria indotta e criminosamente amplificata da mass-media. Già andate in giro con una, due, tre! mascherine chirurgiche in faccia. Ma davvero credete che quella pezzuola vi possa aiutare in qualche modo? Davvero credete che limitandovi e mortificandovi nella respirazione, per più ore al giorno, apportate un beneficio a voi stessi e all’umanità? Credo che in qualche modo ve ne siate convinti se avete permesso che imbavagliassero i vostri figli a scuola e non solo.

Immagino sappiate che la legge non ammette ignoranza e se si leggessero quegli atti non c’è scritto da nessuna parte che dovete andare in giro ipermascherati sempre e comunque! Infatti, per quanto odiosi quegli atti amministrativi possano essere hanno mantenuto comunque una parvenza di buon senso guardando al principio di proporzionalità. La mascherina va indossata solo quando servirebbe! Invece vi flagellate solo perché ve l’hanno detto in TV o sui giornali! Eccovene un chiaro esempio:

Mentre sul D.L. che loro vi allegano pure, perché tanto vi trattano da minorati mentali con la minaccia della multa, c’è scritto questo:

«obbligo di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie, con possibilità di prevederne l’obbligatorietà dell’utilizzo nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto a eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi»

Ma il percorso che stanno seguendo, col beneplacito della bovina mandria, dovrebbe essere chiaro.
Infatti prima erano atti amministrativi (dpcm) e poi, vista la passività con cui li avete accettati e indossando la mascherina sempre e comunque, avallata anche da una massiva campagna multimediale, è diventata una consuetudine (leggi qui Autodichiarazioni, consuetudini e colpi di Stato) per cui ora sono passati ai decreti legge… beh dopo questi due passaggi restano solo le Leggi di rango primario che però non possono superare i diritti universalmente riconosciuti né tantomeno la Costituzione e i principi in essa contenuti.
Ma lorsignori se ne fregano perché hanno avuto dimostrazione del fatto che la massa è poco o per nulla sensibile ai diritti costituzionali.

Ormai siamo in primavera. Oggi è Pasqua, un termine antico che in ebraico significa “passaggio”. Questa Pasqua è ancora più speciale delle altre perché avviene durante un insensato blocco che ci mette tutti alla prova, una sfida che è anche un’occasione di salvezza, è il caso di dire, mascherata in quanto truccata da numeri, curve, algoritmi che vorrebbero giustificare i vostri arresti domiciliari. E questo mi fa sorridere perché nascondiamo le nostre paure dietro l’alibi del rispetto delle regole e del senso civico, proprio in un paese, l’Italia, che delle regole si fa storicamente sberleffi, dove le leggi, quelle legittime, si fa fatica a rispettarle meglio se evase con onore e rispetto riconosciuto dai paesani stessi.

Ma le qualità che dovrebbero essere apprezzate davvero sarebbero la compassione, l’assenza di giudizio, un’apertura mentale che ti consenta di apprezzare la vita per quella che è e non per quello che potrebbe essere attraverso una narrazione artificiosa e mistificante che gira tutta sul perno della paura di morire a causa della malattia più devastante di tutti tempi, la covid-19… che poi diventerà 22, 25, 28, 31… ovvero sarà stagionale, come l’influenza! Un’influenza pandemica, ciclica… niente eh? Proprio non vi arriva.

WEF: Una serie di leader mondiali ha chiesto un trattato sulla pandemia globale, presumibilmente con l’obiettivo di prevenire future pandemie, distribuire vaccini e attuare un approccio unilaterale alla governance globale.
Bill GATES: “Per prossime pandemie test di massa su intera popolazione ogni mese, nuovi vaccini MRNA ed un sistema di allerta globale”
Il grande reset: costruire la futura resilienza ai rischi globali

WEF: dal minuto 3.25 al minuto 19.20, possiamo sentire la Von Der Leyen: del grande reset, delle prossime pandemie, dei vaccini, della green economy…. e delle grande opportunità grazie ai soldi dell’UE.

Eppure «chiunque abbia un forte corpo di dolore e non abbastanza consapevolezza per smettere di identificarsi con esso, non solo sarà costretto a rivivere periodicamente il proprio dolore emotivo, ma potrà divenire anche carnefice o vittima di violenza, a seconda che il proprio corpo di dolore sia prevalentemente attivo o passivo. D’altro canto potrebbe essere più vicino all’illuminazione. Questa potenzialità non si realizza necessariamente, ma se fossi intrappolato in un incubo probabilmente saresti più motivato a svegliarti che se fossi bloccato negli alti e bassi di un sogno normale».

Mi rendo consto che un processo di consapevolizzazione possa portare ad un’improvvisa realizzazione del fatto siamo stati prigionieri, talvolta per tutta la vita fino a quel momento, di un’illusione e che questo è per i più una cosa talmente scioccante che ne hanno un totale rifiuto.

Ma, e termino con un altro passo di Eckhart Tolle, «nel momento in cui te ne rendi conto, spezi questo legame. Il corpo di dolore è un campo energetico, quasi come un’entità, che ha trovato temporaneamente casa nel tuo spazio interiore. E’ energia vitale intrappolata che non scorre più. Naturalmente esiste per via di cose accadute nel passato. Rappresenta il passato che vive in te, e se ti indentifichi con esso, ti identifichi anche col passato. Quando ci convinciamo che il passato ha più potere del presente, manifestiamo un’identità da vittima, che è l’opposto della verità.
Significa credere che gli altri con le loro azioni siano responsabili della tua incapacità di incarnare la tua vera identità.
La verità è che l’unico potere esistente è racchiuso in questo momento 
(mentre leggi, ndr): è il potere della tua presenza.
Una volta che lo sai, capisci anche che sei tu il responsabile del tuo spazio interiore adesso, nessun altro, e che il passato non può prevalere sul potere di Adesso»

A te la scelta

Hurt (Ferito) – Johnny Cash (cover Di un brano dei Nine Inch Nails del 1994).

I hurt myself today,
to see if i still feel,
I focus on the pain,
the only thing that’s real,

The needle tears a hole,
the old familiar sting,
try to kill it all away,
but I remember everything,

what have I become,
my sweetest friend,
everyone i know,
goes away in the end,

and you could have it all,
my empire of dirt,
I will let you down,
I will make you hurt,

I wear this crown of thorns,
upon my liars chair,
full of broken thoughts,
I cannot repair,

beneath the stains of time,
the feelings dissapear,
you are someone else,
I am still right here,

What have I become,
my sweetest friend,
everyone I know,
goes away in the end,

and you could have it all,
my empire of dirt,
I will let you down,
I will make you hurt,

if I could start again,
a million miles away,
I will keep myself,
I would find a way.

Oggi mi sono ferito da solo,
Per vedere se ero ancora in grado di sentire,
Mi sono concentrato sul dolore,
la sola cosa reale,

l’ago fa un buco
la vecchia familiare puntura
che cerca di eliminare ogni cosa
ma io ricordo tutto,

Cosa sono diventato?
mio dolce amico
Tutti quelli che conosco
sono andati via alla fine

e potresti avere tutto
il mio impero di fango
Ti abbandonerò
Ti farò del male

Ho portato questa corona di spine
sulla sedia di coloro che mi mentono
pieno di pensieri interrotti
che non posso riparare

sotto le macchie del tempo
i sentimenti scompaiono
tu sei qualcun altro
Sono ancora qui

Cosa sono diventato?
il mio più caro amico
tutti quelli che conosco
sono andati via alla fine

e potresti averlo tutto
il mio impero di fango
Ti porterò in basso
Ti farò del male

Se potessi ricominciare
a un milione di miglia da qui,
mi controllerei,
troverei un modo.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Fare informazione è un lavoro a tempo pieno che richiede molte energie e risorse. Insieme possiamo creare un maggiore impatto nella coscienza collettiva, insieme siamo più forti!

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e sui servizi che offriamo. L'informazione libera è un diritto che tutti devono avere.