Chivasso 9/5/2021 In migliaia per Rosanna

L’appuntamento dopo il sequestro penale ai danni della Torteria Cafetteria di Rosanna Spatari a Chiavasso, non è stato disatteso, si sono presentati in molti forse un migliaio o piu per sostenere il diritto al lavoro.

I primi sono giunti già dalle prime ore del mattino io e Bartagnan alle 9,30 abbiamo incontrato il primo, da Forlì, poi qualcuno da Genova, Liguria e poi Roma e chissà da dove altro; nelle ore successive il pracheggio davanti alla Torteria si è colmato dei peggiori pazzi scriteriati di ogni genere e sorta come famiglie, anziani, studenti, operai, autonomi, disoccupati e insomma un po’ di italiani di tutte le fasce socio economiche, l’eterogeneità della platea si è fatta subito sentire e confesso di aver percepito anche un po’ di tensione tra le varie correnti, qualcuno con bandiera di partito è stato richiamato alla sobrietà e all’anonimicità del presidio. All’arrivo delle famigerate mangia carogne quali sono, le Iene o almeno così si sono presentati, hanno subito attuato il loro piano: con l’atteggiamento provocatotrio e saprofago tipico della iena ridens (nel video col cappellino e mascherina scura), hanno subito cercato i deboli, i più vulnerabili per provocare qualche reazione utile alla loro narrazione, torneranno a casa con molti insulti e parecchi dinieghi alla pubblicazione. Non solo loro, anche le forze dell’ordine che non potevano evitare di presenziare hanno ricevuto svariati insulti collimati nell’urlo più forte e più sentito: “LIBERTA’, LIBERTA'”, anche loro se ne andrannpo con un pugno di mosche. Non era in forma ma è arrivata comunque Rosanna, erano le 15 e un po’ claudicante ma fiera è arrivata, mi aspettavo il delirio invece con molta calma e dignità i presenti si sono avvicinati per dimostrare il loro sostegno con un parola o un abbraccio e la folla aumentava perciò non siamo riusciti a ottenere dichiarazioni in video, abbiamoottenuto solo uno scambio di idee veloci ma una sintesi è semplice e doverosa: mai arrendersi, mai arretrare, sisamo padroni della nostra esistenza e non c’è decreto che possa impedirci di essere ciò che siamo. Esseri Umani Liberi.

In migliaia per sostenere Rosanna Spataro, il parcheggio davanti alla Torteria di Chivasso si è colmato dei peggiori pazzi scriteriati di ogni genere e sorta, italiani di tutte le fasce socio economiche. Insulti agli operatori de le Iene e forze dell’ordine.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Fare informazione è un lavoro a tempo pieno che richiede molte energie e risorse. Insieme possiamo creare un maggiore impatto nella coscienza collettiva, insieme siamo più forti!

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e sui servizi che offriamo. L'informazione libera è un diritto che tutti devono avere.