Come er vento – Sandro Torella

COME ER VENTO

Seguitamo così, oramai sò cotti.

Noi semo stanchi, loro deppiù.

Forza che stanno a fà l’urtimi botti.

Vonno fà crede d’esse Berzebbù,

ma, ormai, sò finti puro li scappellotti

e sparpajà terore è ‘na virtù.

Ve famo questo, quello e ‘st’antro ancora,

ve vaccinate o noi ve famo fora.

Poi legghi, si sai legge, e dichi. “Embè?”

Spareno in aria pe’ intimidicce?

E noi ‘n s’entimidimo, sta a vedè.

Noi seguitamo, anzi, a accenne micce

de libbertà, de pace e quer ‘nsocchè

che poi chiamallo amore. E che voi dicce?

‘Sta forza ce fa esse come er vento,

perchè semo così, libberi drento.

09/01/2022

Abbate Luiggi

Fare informazione è un lavoro a tempo pieno che richiede molte energie e risorse.
Insieme possiamo creare un maggiore impatto nella coscienza collettiva.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp

GUARDA ANCHE

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna alla home page

    ACCEDI A PLAYMASTERMOVIE