Er bono e er cattivo

Te lo dice Abbate Luiggi è una rubrica che si propone di gettare uno sguardo sull’attualità attraverso i versi in romanesco del poeta Carlo Renzi interpretati da Sandro Torella, un modo per sorridere e farsi beffa delle contraddizioni del potere, proprio come era costume ai tempi di Abbate Luiggi, una delle cinque statue parlanti della tradizione romana, a cui i romani affidavano le loro proteste contro il potere papalino, affigendo dei messaggi. Rubrica a cura di Alessandro Amori per Playmastermovie.

La piattaforma e le produzioni di playmastermovie sono possibili grazie alle vostre donazioni. Sostieni #Playmastermovie http://bit.ly/3syMo15

ER BONO E ER CATTIVO

Io nun lo so chi è er bono e chi è er cattivo

e, a ‘sto punto, nimmanco m’enteressa.

Ognuno all’antro mette un aggettivo,

così l’umanità viè fatta fessa.

Ce se divide de novo e er potere,

ar diviso lo ficca ner sedere.

Io nun sto qui a parlavve de la guera,

si le corpe sò russe o ammericane,

è che, comunque er popolo se schiera,

sarà sempre cò chi j’arubba er pane.

Perchè una cosa sola va capita,

chi cià er potere te se pia la vita.

Allora nun c’è er bono nè er cattivo.

‘Sti quattro fregni vonno spartì er piatto.

Ma chi comanna è solo un abbusivo.

Restamo uniti e damoje lo sfratto.

Famo capì a ‘sta massa de ciartroni,

che cianno proprio rotto li cojoni.

03/03/2022

Abbate Luiggi

Fare informazione è un lavoro a tempo pieno che richiede molte energie e risorse.
Insieme possiamo creare un maggiore impatto nella coscienza collettiva.

Facebook
Twitter
Telegram
WhatsApp

GUARDA ANCHE

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna alla home page

    ACCEDI A PLAYMASTERMOVIE