Finlandia e Svezia richiedono l’ingresso nella NATO

Il 18 maggio l’ambasciatore finlandese presso la NATO Klaus Korhonen e quello svedese Axel Wernhoff hanno presentato ufficialmente la domanda dei loro Paesi per l’ammissione alla NATO. La richiesta è arrivata dopo la ratifica della decisione di abbandonare la neutralità da parte del parlamenti svedese e finlandese rispettivamente il e il 17 maggio.

Il segretario generale dell’alleanza atlantica Jen StoltenbergFinlandfi ha accolto con entusiasmo le candidature, definendole un “passaggio epocale”. Ha anche accennato all’iter del processo di integrazione, sottolineando la volontà di risolvere le problematiche perché sia quanto più rapido possibile. Un chiaro riferimento alla posizione del leader turco Recep Tayyip Erdogan che, anche il 17 maggio, ha ribadito la sua contrarietà all’ingresso nella NATO dei due Stati scandinavi. “Abbiamo chiesto loro l’estradizione di 30 terroristi e ce l’hanno negata […] La NATO è un organizzazione di sicurezza, quindi non diremo di sì a un’organizzazione che è di per sé sprovvista di sicurezza”.

Una prima reazione da parte della Russia si è configurata nell’annuncio dell’espulsione di 24 diplomatici italiani. La portavoce del ministero degli esteri Maria Zakharova ha parlato di una misura di ritorsione a seguito dell’espulsione dall’Italia di 30 diplomatici russi a inizio aprile per questioni di “sicurezza nazionale”.

Facebook
Twitter
Telegram
WhatsApp

Fare informazione è un lavoro a tempo pieno che richiede molte energie e risorse.
Insieme possiamo creare un maggiore impatto nella coscienza collettiva.

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna alla home page

    ACCEDI A PLAYMASTERMOVIE