Finlandia-Russia: colloquio tra i presidenti

Su iniziativa finnica, iI 14 maggio i presidenti finlandese Sauli Niinisto e russo Vladimir Putin hanno avuto un colloquio telefonico.

Niinisto ha spiegato a Putin che il clima di sicurezza della Finlandia è stato alterato da due manovre russe: le pressioni esercitate a fine 2021 perché nessun altro Stato entrasse nella NATO e l’invasione dell’Ucraina a febbraio 2022. Gli ha anche ricordato come già nel 2012 gli avesse detto che, secondo lui, ogni nazione indipendente cerca di massimizzare la propria sicurezza. Entrare a far parte della NATO rientrerebbe proprio in un processo di rafforzamento di tale sicurezza.

Putin ha invece affermato che “rifiutare la tradizionale politica di neutralità militare sarebbe un errore in quanto non esiste alcuna minaccia alla sicurezza della Finlandia”. E ha sottolineato che l’ingresso della Finlandia nella NATO “potrebbe avere un impatto negativo sulle relazioni tra Russia e Finlandia” che si sono consolidate nel tempo secondo uno spirito di “cooperazione e collaborazione di vicinato”.

I due presidenti hanno anche affrontato il tema dell’Ucraina. In particolare, Putin ha precisato che il processo di negoziazione al momento sia sostanzialmente in una fase di stallo in quanto Kiev non starebbe manifestando “alcun interesse per un dialogo serio e costruttivo”.

Facebook
Twitter
Telegram
WhatsApp

Fare informazione è un lavoro a tempo pieno che richiede molte energie e risorse.
Insieme possiamo creare un maggiore impatto nella coscienza collettiva.

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna alla home page

    ACCEDI A PLAYMASTERMOVIE