Globalizzazione e perdita dell’identità – Fulvio Grimaldi

La globalizzazione come strumento di controllo è sempre esistita, dagli imperi antichi in poi. Oggi si serve dell’evoluzione tecnologica, della scienza, della medicina, della comunicazione per cancellare quei valori su cui abbiamo costruito le nostre identità e sil enso della comunità. In questo quadro le guerre, come quella in Palestina, o la pandemia del covid, fatti apparentemente scollegati tra di loro, trovano nella globalizzazione il collante perfetto in grado di rafforzare i presupposti su cui si fonda. Alessandro Amori intervista il giornalista Fulvio Grimaldi per Playmastermovie.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su reddit
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp