GOVERNO TRANSUMANISTA

Avevamo letto di come “saranno robot a salvare l’umanità, previsione di Paolo Pisano, ex Ministro per l’innovazione tecnologica. Accanto ad un sorridente Roberto Fico, terza carica dello Stato, alla Camera dei Deputati avevamo poi ascoltato la relazione dell’ambasciatore ONU alle sostenibilità Marco Antonio Attisani (“faremo l’amore coi robot”), mentre a Montecitorio il ministro Federico D’Incà e il parlamentare Niccolò Invidia hanno promosso l’evento “Verso il futuro tecnoumano. Ripensare l’evoluzione nell’epoca dell’accelerazione tecnologica.” Eravamo poi rimasti ad ‘Umani ed umanoidi’, il libro di Roberto CingolaniMinistro della transizione ecologica. Ed eravamo rimasti pure alla somministrazione di farmaci da remoto attraverso il 5G, parola di Vittorio ColaoMinistro della transizione digitale.

Invece adesso siamo arrivati allo sbarco di Klaus Schwab a Palazzo Chigi, il fondatore del Forum Economico Mondiale, il guru di uno dei più potenti cartelli finanziari e lobbistici al mondo, il teorico del grande reset nella quarta rivoluzione industriale ricevuto come un capo di Stato dal Presidente del Consiglio dei ministri Mario Draghi. “Le strabilianti innovazioni scatenate dalla quarta rivoluzione industriale, dalla biotecnologia all’Intelligenza Artificiale, stanno ridefinendo ciò che significa essere umani”, ha detto l’84enne tedesco. E ancora: “Il futuro metterà alla prova la nostra concezione di ciò che significa essere umani, sia dal punto di vista biologico che sociale”. E infine: “Già oggi i progressi delle neurotecnologie e delle biotecnologie ci costringono a chiederci cosa significhi essere umani”. Vero, cosa potrebbe significare sentirsi come esseri umani tra qualche anno? Proprio Schwab l’ha chiarito in un’intervista alla Tv svizzera: “In 10 anni potremmo avere Chip impiantabili nel cervello”. Ecco il punto, il microchip, le nanotecnologie, il transumanesimo, la riprogrammazione del genere umano.

Infatti il 5G l’hanno chiamato Internet delle cose perché non c’entra niente con Smartphone e telefonini cellulari, bensì viatico al 6G, ovvero l’Internet dei corpi, in agenda per il 2030 quando l’identità digitale, il metaverso, la realtà aumentata, la robotica e l’intelligenza artificiale avranno portato a termine quel ‘nulla sarà più come prima’ teorizzato dagli ingegneri genetici di Davos. La pianificazione degli esseri umani per una post-umanità, con l’impianto di bionanotecnologie interne agli organismi viventi, è infatti il vero obiettivo finale di una transizione mascherata da ecologico e digitale, ma tutt’altro che sostenibile. 

“Non avrai nulla e sarai felice. Monitorare il funzionamento del nostro corpo potrebbe cambiare le nostre vite. Stiamo entrando nell’era dell’Internet dei corpi: la raccolta dei nostri dati fisici tramite una serie di dispositivi che possono essere impiantati, ingeriti o indossati”. Sono gli intenti di Klaus Schwab, sodale di lunga data di Mario Draghi, almeno sin dai tempi in cui l’allora Governatore della Banca d’Italia ambiva a rappresentare l’Italia dei non eletti dal popolo e dei poteri forti nel Forum Economico Mondiale. Ma oggi? Adesso che siede alla guida dell’esecutivo? Cosa ne è venuto fuori dall’incontro romano di Palazzo Chigi? Si può parlare di Governo transumanista? Ma soprattutto, cosa ci riserva il futuro? Certamente molto di più di quanto finora visto con lockdown, mascherine e distanziamento sociale, proseguito su tamponi e politiche vaccinali, finito nel Green Pass potenziato nella versione super. Perché il transumanesimo nella tecnogabbia della tecnosorveglianza di Smart City e Gigabit Society è il subdolo e più insidioso spauracchio mascherato dietro il bonario andrà tutto bene

Il Tecnoribelle, aggiornamento periodico di critica e commento sui maggiori avvenimenti relativi all’avanzata del futuro digitale e dell’iperconnessione di sorveglianza. Il tecnoribelle è una rubrica targata Playmastermovie in collaborazione con il giornalista e scrittore Maurizio Martucci. 

Segui la piattaforma www.playmastermovie.com

Fare informazione è un lavoro a tempo pieno che richiede molte energie e risorse.
Insieme possiamo creare un maggiore impatto nella coscienza collettiva.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp

GUARDA ANCHE

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna alla home page

    ACCEDI A PLAYMASTERMOVIE