Green Pass a scuola: i docenti di “Biella Nuova” dicono no.

In data 6 agosto 2021 il Governo ha emanato il DL 111 per introdurre l’obbligo di Green Pass per il personale scolastico: questi dovrà presentare il certificato verde per accedere alle sedi lavorative. Si potrà ottenere a seguito di vaccinazione, guarigione oppure tampone molecolare o antigienico valido per 48 ore.

Ovviamente il mondo della scuola è entrato subito in agitazione: i dirigenti scolastici stanno già manifestando le loro preoccupazioni per quanto riguarda il controllo del pass, mettendo in evidenza le problematiche legate alla privacy. Docenti e personale ATA che hanno liberamente scelto di non sottoporsi alla vaccinazione, come consentito dai Regolamenti Europei, non accettano di essere costretti a sottoporsi a test invasivi e a pagamento ogni 48 ore.

Ciò si configura come una grave discriminazione, anche perché chi non avrà la certificazione verde verrà sospeso dal lavoro senza ricevere lo stipendio.

A tal proposito, riceviamo e pubblichiamo il comunicato del Comitato “Biella Nuova Docenti“, in cui vengono esposte in modo chiaro e dettagliato le considerazioni che spingono il personale scolastico del gruppo biellese a dire no a questa misura lesiva dei diritti dei lavoratori.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Fare informazione è un lavoro a tempo pieno che richiede molte energie e risorse. Insieme possiamo creare un maggiore impatto nella coscienza collettiva, insieme siamo più forti!

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e sui servizi che offriamo. L'informazione libera è un diritto che tutti devono avere.