I tamponi servono solo all’emergenza

È notizia freschissima la dichiarazione dell’OMS, della World Health Organization (pdf sotto), che dice che i “tamponi” sono (enormemente) inaffidabili. Lo dice in una sua “Information Notice”, una nota informativa, in cui apprendiamo che i sospetti di falsi positivi, e negativi, che in un primissimo tempo, era aprile, furono mostrati da PubMed con uno studio serissimo ― che ho spesso usato nei miei confronti con diversi medici e primari ― poi stranamente scomparso, erano più che fondati.

La nota è questa datata 7 dicembre e pubblicata qualche giorno fa, esattamente il 14.

Direi che serva ribadire l’ovvio, ossia ripetiamo cosa sia il test PCR cioè della reazione a catena della polimerasi (Polymerase Chain Reaction o PCR). Il test ― ideato da Kary Banks Mullis, scomparso l’agosto del 2019, pare non di SARS_CoV_2 ― prevede l’amplificazione in vitro di frammenti di DNA. I miglioramenti apportati dal suo inventore hanno reso la PCR una tecnica fondamentale in biochimica e nella biologia molecolare.

In una intervista ― ancora reperibile in rete ― Kary Mullis afferma che i cicli di amplificazione, se sono eccessivi, danno risultati totalmente inaffidabili in quanto potrebbero amplificare qualsiasi acido nucleico che abbiamo nel corpo dando dei falsi positivi in percentuali del tutto inaccetabili.

Su questo punto suggerisco di dare uno sguardo alla spiegazione assai esaustiva e professionale di Enzo Pennetta.

Il numero di cicli massimo è stato poi stabilito da numerose ricerche e Università prestigiose, non ultima Oxford, in 35, oltre questi si ottiene quella che scientificamente viene definita “mmunnezza”.

Il fatto saliente è questo, un fatto già noto da parecchio tempo a me e a tanti, tranne forse all’OMS e a Speranza, e che va integrato con una ulteriore piccolissima informazione: i numeri di cicli a cui si arriva negli USA è addirittura 40, in Italia arriviamo anche oltre e pure fino a 45.

Ritengo superfluo commentare.

Adesso ci troviamo in quel mare oscuro di notizie inconciliabili con la narrazione a reti unificate del Ministero della Verità dove, in attesa che le notizie vengano cancellate e poi riscritte, abbiamo una latenza di conflitto logico insanabile e destabilizzante.

A questo punto ritorniamo a ricordare che, sempre l’OMS, ci disse che i contagiati erano il 10% della popolazione mondiale, per cui dividendo 700 milioni per i decessi covid, peraltro sovrastimati, ci ritrovavamo una letalità pari a quella dell’influenza stagionale, che l’influenza stagionale, sempre dati OMS, è scesa del novantottopercento, forse per lasciare educatamente il posto al covid, che i decessi in Italia del 2020 sono circa 700mila, l’anno scorso sono stati 650mila però quest’anno sono triplicati i decessi dei malati gravi (oncologici, ematologici, cardiopatici) per meno cure e diagnosi a causa del covid, in Lazio (immagino anche altrove) sono triplicati i bambini nati morti a causa della diagnostica ridotta a causa covid , sono aumentati i suicidi e la povertà è alle stelle, gli “assembramenti” li trovate, sempre più grandi, alle mense della Caritas.

Perché devono trovare tutti questi “positivi”?

Ma poi, positivi a cosa e che significa “positivi”?

Chi non ha sintomi, anche se “positivo“, ha una carica virale talmente bassa che contagiare sarebbe come mettere incinta una donna per immacolata concezione, facoltà che a noi miseri mortali è non è stata data.

I test sono falsati, i cicli di amplificazione eccessivi ― e se lo scopro io che non sono medico allora dei medici c’è poco da fidarsi ― la pandemia è sovrastimata, le misure antidemocratiche, ingiustificate anche se ci fosse la peste vera, sono state messe in atto da un governo illegittimo e abusivo, che usurpa la democrazia, promosso e tollerato da un Presidente della Repubblica evanescente e da un parlamento anch’esso inesistente.

Mi auguro che questi figuri vengano portati in giudizio per valutare se le mie ipotesi siano corrette o meno, personalmente ritengo il loro agire arbitrario e assolutamente fuori dall’ordinamento democratico, e ritengo pure che i danni che hanno procurato alla Nazione e al Popolo siano immensi.

Questi danni li hanno giustificati, fra l’altro, con questi ridicolissimi tamponi di cui abbiamo appena parlato, adesso mi raccomando:
Tutti chiusi in casa lontani da quelli che amate!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Fare informazione è un lavoro a tempo pieno che richiede molte energie e risorse. Insieme possiamo creare un maggiore impatto nella coscienza collettiva, insieme siamo più forti!

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e sui servizi che offriamo. L'informazione libera è un diritto che tutti devono avere.