Il messaggio di Monsignor Viganò: “Dire la verità sulla pandemia è un’opera sacra”

L'importante messaggio di Monsignor Viganò sull'emergenza pandemica che ci deve far riflettere

Arriva in serata, in una delle numerose chat che seguo, il nuovo messaggio di Monsignor Carlo Maria Viganò, arcivescovo cattolico italiano, dal 2016 nunzio apostolico negli Stati Uniti d’America. Si tratta del suo intervento al convegno online della Confederazione dei Triarii.

Dopo averlo ascoltato non ho potuto fare a meno di correre alla mia postazione per poterlo condividere: le sue parole lanciano una richiesta a tutti coloro che non accettano la menzogna.

Il video inizia con una premessa su quanto fece Stalin nel 1932: “Quando decise di eliminare milioni di Ucraini, egli pianificò una carestia, sequestrando le derrate alimentari, vietando il commercio, proibendo gli spostamenti e censurando i fatti. Questo crimine contro l’umanità, riconosciuto ormai da molti stati nel mondo, fu condotto con modalità non dissimili da quelle adottate per la cosiddetta emergenza pandemica per il Great Reset“.

Dopo questo paragone, Monsignor Viganò prosegue cercando di far riflettere le persone su quella che per lui è una certezza: “Questa emergenza è stata pianificata, non è avvenuta per una sfortunata casualità. Si pensi al fatto che i governi hanno preventivamente affossato la sanità pubblica, depotenziato i piani pandemici, vietato le cure efficaci, somministrato cure non idonee. Inoltre oggi si stanno costringendo i cittadini a sottoporsi a vaccini non sicuri ed efficaci, sotto il ricatto di continui lockdown e limitazioni alla libertà personale“.

Inoltre, l’arcivescovo non ha dubbi sulla presenza del demonio dietro a questo piano: “Come tutte le frodi, quelle che vengono ordite dal demonio e dai suoi servi si basano su false promesse che non verranno mai mantenute, in cambio delle quali cediamo un bene certo che non ci sarà restituito. Ricordiamo come Satana mentì a Gesù Cristo tentandolo nel deserto. La tentazione del diavolo si basa sull’inganno“.

A causa della pandemia, per Monsignor Viganò nulla tornerà come prima: ” Abbiamo rinunciato a diritti e stili di vita che non torneranno più, nulla sarà più come prima. La nuova normalità rappresenterà comunque una concessione, scenderemo a compromessi per avere piccole libertà. Se non ci fermiamo in questa corsa verso il suicidio collettivo non torneremo più indietro“.

Verso la fine del video lancia un forte messaggio a tutti i cattolici: “Sappiamo che la menzogna è l’emblema del diavolo, il segno distintivo dei suoi servi, il marchio di riconoscimento dei nemici di Dio e della Chiesa. Dio è Verità, il Verbo di Dio è vero ed Egli stesso è Dio: dire la verità, gridarla dai tetti, svelare l’inganno e i suoi artefici è un’opera sacra e il Cattolico – come chiunque abbia conservato ancora un minimo di dignità e di onore – non può sottrarsi a questo dovere”.

E ancora: “Ciascuno di noi è stato pensato, voluto e creato per dare gloria a Dio ed esser parte di un grande disegno della Provvidenza: sin dall’eternità il Signore ci ha chiamati a condividere con Lui l’opera della Redenzione, a cooperare alla salvezza delle anime e al trionfo del Bene. Ciascuno di noi ha oggi la possibilità di scegliere se schierarsi con Cristo o contro Cristo, se combattere per la buona causa o rendersi complice degli operatori di iniquità. La vittoria di Dio è certissima, come certo è il premio che attende coloro che compiono la scelta di campo al fianco del Re dei re; e certa la sconfitta di chi serve il Nemico, certa la sua dannazione eterna“.

Invito tutti voi ad ascoltare il resto nel video: siamo chiamati a scegliere. Vogliamo lottare per la verità o soccombere? Il momento è arrivato.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp

Fare informazione è un lavoro a tempo pieno che richiede molte energie e risorse. Insieme possiamo creare un maggiore impatto nella coscienza collettiva, insieme siamo più forti!

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e sui servizi che offriamo. L'informazione libera è un diritto che tutti devono avere.

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna alla home page