IL VACCINO NON PROTEGGE DALLE INFEZIONI

Il 12 aprile scorso scrissi questo articolo a seguito della manifestazione degli infermieri a Roma, in Piazza del Popolo, perché protestavano contro l’imposizione dei farmaci sperimentali impropriamente definiti vaccini alla loro categoria. Loro facevano leva sulle contraddizioni elefantiache contenute, in particolare, in un documento ufficiale, la Circolare ministeriale del 15/03/21, la quale ha per oggetto: “Trasmissione Rapporto ISS COVID-19 n. 4/2021 Indicazioni ad interim sulle misure di prevenzione e controllo delle infezioni da SARS-CoV-2 in tema di varianti e vaccinazione anti-COVID-19“.

Parlammo delle minacce di radiazione da parte della FNOPI (Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche), della loro querela a seguito di questo inammissibile atteggiamento, almeno in una società minimamente civile.

Ne parlai con il loro responsabile dell’ufficio legale sindacale, Mauro Di Fresco ― fino a due mesi prima Presidente della A.A.D.I. Associazione Avvocatura degli Infermieri ― consiglio di approfondire la vicenda QUI.

Oggi, sempre tramite Mauro Di Fresco, apprendo che una denuncia formalizzata sempre dall’A.A.D.I. contro la ASL di Latina si è risolta con una rettifica da parte dei chiamati in causa e a favore dei denuncianti. Oggetto della denuncia era che la ASL di Latina aveva affermato per iscritto nel DVR (Documento Valutazione Rischi) che “il vaccino impediva la trasmissione del virus“, ebbene, la suddetta ASL ha “espresso profondo rammarico” ed ha rettificato la dichiarazione ammettendo che:

IL VACCINO NON PROTEGGE DALLE INFEZIONI

Allego il documento inviatomi, oggi non piove è una bella giornata, a Roma, a Latina, in Italia.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
No payment method connected. Contact seller.
No payment method connected. Contact seller.
No payment method connected. Contact seller.
No payment method connected. Contact seller.