La peste viene inoculata, il governo UK conferma

Stamattina, come sempre, mezzo morto di sonno, ancora nel letto, sblocco lo smartphone e comincio a viaggiare da fermo in mezzo alle mille notizie, ma una mi colpisce particolarmente:

il governo inglese, in un documento ufficiale datato 31 marzo 2021, afferma che la nuova ondata covid è formata per il 60% dei ricoveri e per il 70% dei decessi da persone che hanno ricevuto le due dosi di vaccino.

lo trovate al punto 32 del documento.

Ogni valutazione pregressa, da quelle giuridiche a quelle di opportunità, decade senza appello. Questi sono veleni (genici) che in modo pretestuoso e criminale, hanno già somministrato a mio padre, a mia sorella, a miei amici… tutti questi sono, a questo punto, a rischio addirittura per quel male curabile e poco letale, quel male che si affannavano a dirci volessero evitare a chi avesse fede in questi farmaci sperimentali, farmaci spacciati per “vaccini.”

I rischi a medio e lungo termine restano inimmaginabili.

Difficile aggiungere qualcosa, forse è bene lasciare la cosa netta e priva di equivoci, pura, non ricamata, la lascio così a barcollare insieme ai feroci dubbi degli inoculati e di chi ha ancora voglia di inocularsi.

La mia posizione resta sempre la stessa, una posizione libertaria e rispettosa di ogni volontà che non leda la mia:

INOCULATEVI FRA DI VOI!

Un fin troppo profetico Vinicio Capossela
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Fare informazione è un lavoro a tempo pieno che richiede molte energie e risorse. Insieme possiamo creare un maggiore impatto nella coscienza collettiva, insieme siamo più forti!

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e sui servizi che offriamo. L'informazione libera è un diritto che tutti devono avere.