No green pass per gli studenti. Lo dice il MIUR


A cura di Giuliano

La notizia era già uscita il 23 settembre scorso ma è meglio ribadirlo più e più volte anche in ragione del fatto che ora è ufficializzato anche dal MIUR al fine di ulteriormente sensibilizzare le istituzioni scolastiche, poiché, dato che l’ignoranza è una brutta bestia, da quando è iniziato l’anno scolastico se ne stanno sentendo di cotte e di crude.

Un paio di esempi su tutti:

  • Ci sono insegnanti, ma anche presidi, che in classe chiedono per alzata di mano chi è vaccinato (porcazozzamaremmolina…).
  • All’ingresso della scuola vari personaggi chiedono agli avventori se si è vaccinati o meno.

Ebbene il Garante della Privacy (nonostante il lauto premio economico e a dispetto di come si voglia interpretare questa cosa) non si è astenuto dal chiedere al Ministero dell’Istruzione spiegazioni chiare in merito all’uso del “marchio verde” proprio:

«alla luce di numerose notizie di stampa e di specifiche segnalazioni e richieste di chiarimenti pervenute […] in merito ad iniziative assunte da parte del personale scolastico finalizzate a conoscere, anche indirettamente, lo stato vaccinale degli studenti e delle rispettive famiglie»,

il quale si è espresso, con nota n.0001072 del 29/9/2021, con queste chiare lettere che anche un decerebrato dovrebbe per bontà divina essere capace di intendere, gli studenti non devono esibire il pass per entrare a scuola:

Qui di seguito il documento scaricabile e da portare con se farlo leggere a chi di dovere prima di denunciarlo per abuso in atti d’ufficio e violenza privata.

La cosa, a parer mio, dovrebbe essere parimenti applicabile anche in ambito universitario e notare infine come il documento termina citando a chiare lettere lo stesso concetto sulla discriminazione espresso dal regolamento europeo 2021/953 (vedi qui), ma, scrivevo all’inizio, l’ignoranza è una brutta bestia.

Non mi piace terminare gli articoli con certe frasi ma questa volta la deroga è dovuta.

Fate circolare e condividete!

La verità rende liberi solo se condivisa!

Leggi anche:

Free Pass

fonte:
https://www.orizzontescuola.it/wp-content/uploads/2021/09/m_pi.AOODPPR.REGISTRO-UFFICIALEU.0001072.29-09-2021-1.pdf

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Fare informazione è un lavoro a tempo pieno che richiede molte energie e risorse. Insieme possiamo creare un maggiore impatto nella coscienza collettiva, insieme siamo più forti!

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e sui servizi che offriamo. L'informazione libera è un diritto che tutti devono avere.