Quei 206 decessi per arresto cardiaco per il vaccino Pfizer

A Biella qualche giorno si è letto di un altro decesso “curiosamente” avvenuto dopo la somministrazione del vaccino Pfizer, che strano, è molto raro che possa accadere 1 caso su un milione! No 1,23 su centomila semmai, tanto che le pagine dei giornali locali, che non arriveranno mai al grande pubblico, sono piene zeppe di queste notizie che però circolano solo nelle chat proibite dei maledetti no-vax, quindi state tranquilli voi che difendete a spada tratta questo vaccino e non solo, tanto siete immuni alle cattive notizie che potrebbero turbare la vostra delicata stabilità mentale già messa a dura prova da mesi e mesi di terrorismo mediatico.

Ebbene, ora che sappiamo che vi puntate una pistola alla testa per giocare alla roulette russa ogni volta che vi pungete con un vaccino, quando leggo certe notizie, superato il primo momento di indignazione che suscita l’emotività di pancia, faccio appello al mio senso critico e mi pongo una domanda:

che tipo di messaggio trasmettono a me queste parole?

Non è che per caso cercano di minare la mia stabilità psicologica, la mia fiducia nelle infinite capacità spirituali ed umane? Istigandomi a sentimenti di violenza e indignazione verso situazioni che apparentemente sono fuori il mio controllo?

Se la risposta è sì, allora il messaggio portato, anche se in buona fede, è stato redatto da chi s’intende almeno un pò di psicologia (leggi qui) e vuole attaccare su tutti i fronti anche quegli individui che riescono a rendersi immuni dal terrorismo psicologico che porta a scatenare sempre il solito sentimento di paura e di discriminazione verso il prossimo (la Pfizer in questo caso).

Sappiate che anche tra di noi, che veniamo genericamente tacciati di essere dei complottisti negazionisti, c’è chi si è fatto inoculare il vaccino non tanto per avere la percezione di una evanescente sicurezza contro una malattia oggi curabilissima, ma per avere ceduto a forti pressioni psicologiche sul lavoro (che ricordiamolo è un reato, ex articolo 610 del Codice Penale), in famiglia o comunque nelle proprie cerchie sociali.

Infatti, dopo 4 mesi abbondanti di vaccinazioni compulsive, proprio quando ormai assistiamo quasi passivamente a strani decessi, avvisi di continuare a seguire le “regole” anti-covid di distanziamento, imbavagliamento, e tutte le altre seghe mentali che si vedono in giro, non possiamo non notare che nello stesso periodo dell’anno scorso con meno restrizioni liberticide e senza vaccinazione la situazione decessi, contagi etc. è pressoché invariata; ricordiamoci che il coronavirus è un virus influenzale e come tale ha una sua stagionalità e relative varianti… così come da tempo immemore a questa parte.

Tuttavia leggiamo un report della casa farmaceutica Pfizer, già da Novembre 2020, ci informa dei potenziali rischi dovuti alla vaccinazione. Infatti nel documento si riporta, giustamente, che «Tutti i SAE (eventi avversi seri) che si verificano in un partecipante durante il periodo di raccolta attiva […] sono segnalati alla Pfizer Safety sul modulo di segnalazione SAE del vaccino immediatamente, non appena se ne viene a conoscenza e in nessun caso si devono superare le 24 ore». (qui il documento integrale che mostra come sono accurati protocolli di segnalazione delle reazioni avverse, il punto è se poi vengono dichiarati in modo trasparente nella loro interezza, ma questa è un’altra storia).

Tenendo presente ciò, apprendiamo dal sito europeo di Eudravigilance (sito della “BANCA DATI EUROPEA DELLE SEGNALAZIONI DI SOSPETTE REAZIONI AVVERSE AI FARMACI” dove possiamo verificare i casi ufficialmente conteggiati) che dall’inizio della campagna vaccinale ad oggi (22/5/2021) si contano in tutta Europa 206 decessi per arresto cardiaco solo per il Tozinameran della Pfizer.

Numeretti e non vite umane che qualcuno ha deciso essere sacrificabili per il bene superiore della collettività a causa di una malattia che sta facendo letteramente strage in tutto il mondo… mediatico.

I trend si ripetono nella sostanza per tutti e 4 i tipi di vaccino anti-covid:

COVID-19 MRNA VACCINE MODERNA (CX-024414)
COVID-19 MRNA VACCINE PFIZER-BIONTECH (TOZINAMERAN)
COVID-19 VACCINE ASTRAZENECA (CHADOX1 NCOV-19)
COVID-19 VACCINE JANSSEN (AD26.COV2.S)
fonte: Eudravigilance

E purtroppo sono tutti in aumento e non lo deduco io per dare enfasi, ma lo si può verificare dai grafici; sul sito se ne possono ricavare tanti e tutti molto interessanti.

Per esempio, al 22/5/2021, solo per il vaccino della ModeRna si contano 3.658 decessi e purtroppo non è uno scherzo ma sono “solo” i dati ufficiali.

Di questi, riporto solo le casistiche più ricorrenti:

  • 1543 si attribuiscono a complicanze di vario genere (1480+63),
  • 370 problemi cardiaci
  • 339 problemi al sistema nervoso
  • 306 problemi all’apparato respiratorio
  • 111 a problemi vascolari.
  • 77 sono ad oggi sotto indagine.

Come riportavo potete verificare voi stessi sulla fonte: https://www.adrreports.eu/it/search_subst.html#, cercate Covid e sceglietevi il vaccino che preferite. Se avete fatto già il vaccino ritenetevi fortunati, per ora, in quanto le complicanze a medio e lungo periodo sono praticamente sconosciute.

E lo chiamano vaccino consapevole…

Approfondimenti: http://www.psicologicalabria.it/opc-campagna-di-consapevolezza-e-sensibilizzazione-al-vaccino/

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Fare informazione è un lavoro a tempo pieno che richiede molte energie e risorse. Insieme possiamo creare un maggiore impatto nella coscienza collettiva, insieme siamo più forti!

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e sui servizi che offriamo. L'informazione libera è un diritto che tutti devono avere.