Scuola: discriminazione tra vaccinati e non vaccinati!

Apprendiamo con poca meraviglia ormai e ciò non ci consola affatto, che le nuove linee guida per la quarantena nelle scuole violano bellamente la privacy a dispetto di quanto chiaramente previsto dal Reg. europeo 953/2021 (leggi qui → creando una vera e propria discriminazione sociale.

In pratica se risulta un caso di positività (coi famosi tamponi) tutti i compagni di studenti e docenti dovranno effettuare due test: uno il prima possibile (poi se uno lo fa dopo qualche giorno ci si aggiusta immagino) dal momento in cui si è stati informati del contatto (“tempo zero” T0) e l’altro dopo 5 giorni (“tempo 5” T5).

In particolare per i docenti:

Se sono vaccinati fanno il test e restano a scuola, se non lo sono vanno in quarantena per 10 giorni anche se il primo test è negativo. Rientrano se il nuovo tampone dà il via libera.

continua sulla fonte

In questo modo tutti verranno a conoscenza dei dati sanitari di chiunque, causando, oltre a una gravissima violazione della privacy, una intollerabile discriminazione su base sanitaria.

Ma immagino che questo sia solo un dettaglio di poco conto per gli “shienziati” del ISS, del Ministero della Salute e del Ministero dell’Istruzione; poco importa se ciò è pericolosamente prodromico ad un’imminente apartheid vaccinale.

Per questo motivo, condividiamo l’appello lanciato da un gruppo di docenti del Biellese che sensibili all’argomento e visto che questi “dettagli” non fanno altro che spianare la strada a discriminazioni sempre più totalitarie e naziste, hanno emanato un comunicato da inviare agli enti preposti e, auspichiamo, a tutti coloro si intenda sensibilizzare sulla questione.

“I docenti del gruppo “Biella Scuola Libera” hanno stilato una lettera da inoltrare con urgenza al Garante della Privacy e per conoscenza agli uffici del Garante europeo. Chiediamo a tutti, docenti, genitori e alunni, di inoltrare una mail per far arrivare un chiaro segnale al Garante: pretendiamo che venga rispettata la privacy all’interno delle scuole.

Ecco il testo da inserire nel corpo della mail:

“Con la presente e relativo allegato s’intende segnalare la grave violazione della privacy dei dati sanitari dei minori e del personale scolastico, sulla base di quanto previsto dalla bozza contenente l’aggiornamento delle linee guida per la gestione dei contagi Covid19 in ambito scolastico.

Resto in attesa di un gentile riscontro.
Cordiali saluti, FIRMA”.


Infine si allega il testo PDF e si invia ai seguenti indirizzi:

  • protocollo@gpdp.it
  • urp@gpdp.it
  • edps@edps.europa.eu

Collaboriamo tutti per combattere questa palese violazione dei diritti dei cittadini. Grazie.

Qui di seguito il testo integrale della lettera da allegare in pdf all’email:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp

Fare informazione è un lavoro a tempo pieno che richiede molte energie e risorse. Insieme possiamo creare un maggiore impatto nella coscienza collettiva, insieme siamo più forti!

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e sui servizi che offriamo. L'informazione libera è un diritto che tutti devono avere.

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna alla home page