Una pericolosa ammalatia – Sandro Torella

Te lo dice Abbate Luiggi è una rubrica che si propone di gettare uno sguardo sull’attualità attraverso i versi in romanesco del poeta Carlo Renzi interpretati da Sandro Torella, un modo per sorridere e farsi beffa delle contraddizioni del potere, proprio come era costume ai tempi di Abbate Luiggi, una delle cinque statue parlanti della tradizione romana, a cui i romani affidavano le loro proteste contro il potere papalino, affigendo dei messaggi. Rubrica a cura di Alessandro Amori per Playmastermovie.

La piattaforma e le produzioni di playmastermovie sono possibili grazie alle vostre donazioni. Sostieni #Playmastermovie http://bit.ly/3syMo15

UNA PERICOLOSA AMMALATIA

Mo quelli cor green pass sò quelli boni

e li cattivi l’antri, tutti quanti.

Quann’ero regazzino, Dio perdoni,

io puro ce credevo, come tanti,

che quelli, l’indiani, erino assassini

e li caoboi tutti santarellini.

Così, armeno, li firmi ariccontaveno.

Ma ve l’ho detto che ero regazzino.

Da granne ho capito che imbrojaveno

e ho scoperto chi era l’assassino.

Mo antri firmi sò in programmazzione,

ma er fine è sempre quello ,n c’è quistione.

Mo stamo drento a un firme der terore,

indove che chi vò la libbertà

è un pericoloso marfattore.

Statte in campana, nun lo frequentà.

Inverzione de la loggica viè detta

‘sta ammalatia, nun è ‘na barzelletta.

Devi sapè che è assai pericolosa,

perchè manco t’accorgi che ce l’hai

e, ortretutto, è morto contaggiosa.

Difficile guarì, se pena assai.

E, puro si guarisci, ‘sta schifosa,

t’ha messo prima ne li peggio guai.

Mo svejete, nun sei più regazzino,

lo poi capì da te chi è l’assassino.

20/09/2021

Carlo Renzi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Fare informazione è un lavoro a tempo pieno che richiede molte energie e risorse. Insieme possiamo creare un maggiore impatto nella coscienza collettiva, insieme siamo più forti!

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e sui servizi che offriamo. L'informazione libera è un diritto che tutti devono avere.